A nonsustained wide QRS complex tachycardia. Sometimes a good beginning is enough to complete the work!


Una tachicardia non sostenuta a complessi QRS larghi
A volte un buon inizio è sufficiente a completare l’opera!

Vincenzo Carbone 1, Verdiana De Caro 2, Stefania Criscuolo 3, Giovanni De Caro 4
1 A.R.C.A. Campania, Comitato Scientifico Fondazione Obiettivo Cuore ONLUS
2 Cardiologo in formazione Università di Salerno
3 Cardiologo in formazione Seconda Università di Napoli
4 UOC di Cardiologia e UTIC, P.O. “S. Leonardo” Castellammare di Stabia (NA)

Abstract
In presenza di una tachicardia a complessi larghi, sostenuta o non sostenuta, è sempre di importanza critica la diagnosi differenziale fra tachicardia ventricolare e tachicardia sopraventricolare condotta con aberranza o con blocco di branca preesistente, in quanto il substrato aritmogenico, l’impatto prognostico e le scelte terapeutiche sono sostanzialmente diversi nei due casi. Viene qui presentata la registrazione Holter a 3 canali di un paziente di 54 anni che presentava episodi di cardiopalmo e che ha evidenziato una tachicardia non sostenuta a complessi larghi. Attraverso l’analisi critica dei criteri differenziali classici fra le due forme, ma soprattutto attraverso l’identificazione di segni elettrocardiografici talora modesti, il caso clinico illustra il percorso diagnostico delle tachicardie a complessi larghi.
Parole chiave: Tachicardia ventricolare; QRS largo; QRS stretto; Battito di fusione.

Abstract

In the presence of a wide QRS complex tachycardia, the differential diagnosis between ventricular and supraventricular tachycardia with aberrant conduction or pre-existing bundle branch block is mandatory. Indeed, the two forms have an arrhythmogenic substrate, a prognostic impact and treatment strategies substantially different. The Holter monitoring of a 54-year-old patient presenting with episodes of palpitations is reported here. Three-channel ECG recording showed a nonsustained, wide QRS complex tachycardia. Through critical analysis of classical differential criteria, but mainly through the identification of sometimes modest electrocardiographic signs, the clinical case illustrates the diagnostic workup of wide QRS complex tachycardias.

Key words: Ventricular tachycardia; Wide QRS complex; Narrow QRS complex; Fusion beat.


Icon

Download the full article

 

You may also like...